I vini della fascia del sole

Autore:Nichi Stefi
Editore: Nibbio Italia
Anno: 1994

Incipit:
NelI'VIII secolo a.C. la Grecia conobbe una grave crisi agricola. La maggior parte dei contadini finý con il perdere la propria terra e, da proprietari, diventarono braccianti e schiavi. Alla crisi si innest˛ un forte incremento demografico che rese ancora pi¨ precaria la situazione economica e sociale. Fu allora che venne dato impulso alla colonizzazione delle terre al di lÓ del mare con la promessa ai coloni della piena proprietÓ delle nuove terre coltivate e della liberazione dell'eventuale stato di schiavit¨. L'emigrazione, e quindi la colonizzazione, non si limit˛ alle coste di numerosi paesi del bacino mediterraneo; le navi greche, infatti, si spinsero anche oltre le colonne d'Erede, pronte a sfidare l'oceano. Dove arrivarono, in quelle terre che per struttura e clima ricordavano la loro madre patria, l'attivitÓ fervette. Ovunque i Greci diffusero la loro cultura che, nel campo enologico, significava l'allevamento delle viti con impianti ad alberello e la vinificazione in bianco: i loro vini erano chiari e dorati, sapevano del sole che arroventava le terre che avevavo scelto. Oggi, quasi tremila anni dopo, possiamo verificare che quelle antiche colonie ancora oggi sono accomunate da alcune caratteristiche non solo ambientali, ma anche culturali.