Romano Farina

Catalogo a cura di:Nichi Stefi
Titolo: Sei tendenze nel fantastico
Galleria: San Fedele, Milano, 1977

Incipit:
E' luogo comune degli studi sociologici, quando si fa cenno al primato della tecnologia quale dato caratterizzante della nostra organizzazione sociale, sottolineare come l'eccessiva specializzazione conduca spesso a numerosi scompensi d'ordine pratico.
Ci sono operai addetti alle centrali termonucleari, avvezzi a manovre meccaniche sofisticatissime, che non saprebbero avvitare un bullone; tecnici che fanno funzionare i più avanzati computers che non se la caverebbero con una vecchia calcolatrice a manovella. Si gettano ai rifiuti costosissime apparecchiature perché una parte piccolissima che si è guastata non può essere riparata che da un tecnico altamente specializzato. La tecnologia, nata con l'aspirazione di razionalizzare ed alleviare il lavoro umano, ha finito per ottundere certe facoltà operative — a livello minimo — al punto che più nessuno oggi sa fare a meno di ricorrere alla specializzazione che però è in grado di produrre solo una parte della prestazione richiesta, perché una delle precipuità della tecnologia avanzata è quella di aver suddiviso i campi di conoscenza in piccole cellule che non trovano un momento di elaborazione comune.

1976 - Mediterraneo a memoria 3
acrilico su tela, cm. 150 x 150