Lorenzo Villa

Presentazione a cura di: Nichi Stefi
Titolo: Le ricerche di Lorenzo Villa
Galleria: La Nuova Immagine, Milano, 1975

Incipit:
Entrare in merito ad una ricerca formale tentando di evidenziarne le componenti è sempre un compito abbastanza arduo, nel caso della produzione di Lorenzo Villa l'impegno si accentua poiché lo strumento è al di fuori della tradizione. Non è tanto il "sasso" come supporto alla ricerca che colloca l'operazione in un campo non definibile, quanto piuttosto l'approccio al materiale che appare ad una prima analisi ricco di interessi ma senza una precisa linea di condotta; si rende quindi necessario osservare l'evoluzione dello approccio e comprenderne il senso ricostruendone l'aspetto storico. La fase "africana" e "azteca" è il primo contatto con il materiale quasi che la semplicità delle linee curve naturali del sasso lo rivestisse di alone mistico rituale in qualche misura primigenio e gli donasse la dignità di essere supporto alla raffigurazione di una divinità. La divinità è rappresentata, documento di se stessa, vera in quanto è il supporto che è vero, e non importa il legame formale fra supporto e l'immagine. Ma Lorenzo Villa abbandona immediatamente questo tipo di costruzione quasi che considerasse l'esecuzione o l'esercizio l'unico pregio del prodotto; immediatamente il salto di qualità è evidente: il sasso determina le curve, la materia determina gli spessori, il tono plastico dell'immagine conclusa: basti guardare la fig. 3 e 4 dove l'icona si trasforma in ornato e il colore del sasso determina la qualità del disegno.

1973 - Involuzione N° 3 (studio per l'intaglio di un sasso)
china su carta, cm. 120 x 55